COGENERAZIONE IN PRESSOFUSIONE DELL’ALLUMINIO

E SOSTITUZIONE DEL VECCHIO EVAPORATORE

A POMPA DI CALORE CON NUOVO

SISTEMA AD ACQUA CALDA


RISPARMIO ENERGETICO COMPLESSIVO

38%


MWh ELETTRICI ANNUI GENERATI

720


MWh TERMICI ANNUI GENERATI

890

Introduzione di un sistema cogenerativo in una pressofusione dell’alluminio in provincia di Varese. Il CHP prevede la produzione costante di 120 kWe utile all’alimentazione del reparto produttivo e 180 kWt grazie ai quali viene garantito il riscaldamento ambiente nei mesi invernali oltre ad alimentare gratuitamente un evaporatore sottovuoto da 4000 litri giorno. Per questo motivo è stato sostituito un vecchio impianto di concentrazione a pompa di calore ad alimentazione elettrica con un nuovo evaporatore ad acqua calda. Oltre ad abbattere quasi completamente i costi energetici, lavorando con l’acqua calda prodotta dal cogeneratore, è stato ridotto il quantitativo di reflui destinato allo smaltimento incrementando il livello di concentrazione dei distaccanti esausti dal 83% al 96%. Come con il precedente impianto, il distillato viene reimpiegato per fare nuovo distaccante o come parziale reintegro in torre di raffreddamento. I metri cubi annui di concentrato destinati allo smaltimento sono scesi da 216 a 50.

Richiedi maggiori informazioni su questo progetto.